Un’ora per il tuo armadio

get_99287675_web-630x360

Cercando su Google “cambio di stagione” (ps: escono 719.000 risultati!!!) ho trovato questa installazione dell’artista Christian Boltanski dal titolo No Man’s Land: 30 tonnellate di abiti usati e dismessi, in una piramide di più di 7 metri di altezza, a cui una gru, random, aggiunge un po’ alla volta altri abiti raccolti da 45 mucchietti nella grande sala dell’Armory di New York. La ricerca dell’artista è in realtà sul significato della vita e della morte, ma non vorrei parlarvi di questo.

L’immagine di quella pila enorme di abiti mi ha ovviamente riportato al mio lavoro, a quello che aiuto a fare ai miei clienti: eliminare il superfluo. Vi assicuro che una delle mie più grandi preoccupazioni sia – da sempre – dove va questo superfluo? Quando dopo un cambio stagione ci sono 3, 4, 5 a volte anche 10 sacchi di indumenti da regalare e donare (ma anche buttare), la mia prima preoccupazione è quella di assicurarmi che niente vada sprecato inutilmente. Vedere tutti quei sacchi di abiti inutilizzati da tempo non fa un bell’effetto, soprattutto ai clienti.

E’ per questo che – indipendente dalla strategia che avete usato per fare il cambio stagione – vorrei darvi un piccolo consiglio.

Questa notte (precisamente tra le 2 e le 3 del mattino) ci sarà il cambio dell’ora.

Quindi avremmo un’ora in più per dormire….ma ho detto avremmo!

Il consiglio è quello di utilizzare questa ora in più (lo so che non vedevate l’ora, che è uno dei momenti migliori dell’anno… ma pensate che lo fate per il bene del vostro armadio e di voi stesse) per passare in rassegna il vostro armadio e togliere definitivamente tutti quegli abiti e indumenti che – per stanchezza o per indecisione- avete rimesso nell’armadio, lasciando solo quello che vi rende belle ed eleganti (avete presente Gozzi & Miccio… ecco pensate di averli vicino a voi!).

E se avrete ancora abiti da donare o regalare, cercate di farlo in tempi rapidi, per evitare che poi…magicamente…torni tutto come prima.

MAI PIU’ SENZA: Mettete in fondo all’armadio un cestino o un sacchetto: ogni volta che trovate un capo che non vi piace più, invece di riporlo di nuovo nell’armadio mettetelo direttamente nella cesta e svuotatela regolarmente. Qui vi ho messo una selezione di ceste che mi piacciono http://pin.it/SqRyZRs. Se avete una cesta in rafia o paglia potete foderarla con una vecchia federa (amo il riciclo…si era capito?)

PER SOGNARE: non so se conoscete Anna Dello Russo: credo che abbia il guardaroba più grande al mondo: un intero appartamento (ma è per lavoro!) Penso a lei ogni volta che guardo il mio mini armadio!

PER PROGETTARE: Questo schema che avevo trovato su un vecchio numero di Cose di Casa mi è sempre stato molto utile…spero anche a voi!

armadio